Subaru BRZ Final Edition

Subaru BRZ Final Edition

21 Marzo 2020 0 Di alessio

Beh, alla fine è successo. La produzione della Subaru BRZ sta per concludersi e la Toyota 86 probabilmente seguirà. Dopo otto anni sul mercato, l’ultimo dei coupé sportivi leggeri giapponesi RWD ci dirà presto sayonara. La Germania è il primo paese a ricevere un’edizione d’addio, chiamata, in modo appropriato, la BRZ Final Edition.
Non c’è una dichiarazione ufficiale che affermi che la Subaru BRZ o la Toyota 86 cesseranno le vendite in Europa, ma possiamo supporlo. Quando la Toyota 86 Black Limited ha debuttato al Salone dell’auto di Tokyo a Gennaio 2020 ha suggerito che il modello stava per finire in Giappone. Questo perché l’originale Toyota Sprinter Trueno Black Limited, da cui l’86 ha ottenuto il suo omonimo, è stata anche l’ultima edizione speciale dell’amata AE86.

Subaru BRZ Final Edition

La Subaru BRZ Final Edition viene fornita con un pacchetto freno Brembo e ammortizzatori Sachs che imitano l’hardware del Black Limited (così come molti altri pacchetti BRZ / 86). Viene persino offerto nello stesso colore Crystal Black della Toyota GT86 Limited. La differenza principale, oltre al fatto che è un BRZ, è che viene offerta nell’esclusivo WR Blue di Subaru e l’interno ha cuciture blu tra gli inserti dei sedili.
Subaru Germania offre in vendita solo 100 edizioni finali, quindi un po ‘più delle “ottantasei” Black Limited offerte in Giappone (per le quali i potenziali acquirenti dovranno competere in una lotteria per avere la possibilità di acquistarne una).

Il motore FA20 offerto con la stessa potenza della versione di serie

È stata una buona corsa per la “Toyobaru”, l’ultima auto sportiva a tetto fisso che porta ancora la sensazione di guida e lo spirito di amate auto del passato come la Toyota AE86, la Nissan 240SX e la Mazda RX-7. 
Otto anni non sono un’impresa facile tenendo conto del clima automobilistico ostile di oggi, che è stato molto ostile alle auto sportive. 
Voci di corridoio risalenti all’ormai lontano aprile 2018 che Subaru e Toyota hanno iniziato a lavorare sulla sostituta di nuova generazione, speriamo che sia ancora in cantiere e che le già sfavorevoli condizioni di mercato derivanti dalla recessione del Covid-19 non lo uccideranno definitivamente.